… reimmatricolare il veicolo in caso di furto o smarrimento delle targhe

Se si perde la targa o le targhe del veicolo, si deve denunciare immediatamente l’accaduto agli organi di polizia.
Successivamente, se nell’arco di 15 giorni la targa/targhe smarrite o rubate non vengono ritrovate, si deve procedere a reimmatricolare il veicolo. Nel frattempo, è possibile circolare applicando al veicolo un pannello a fondo bianco che riporti la targa con gli stessi numeri e le stesse dimensioni dell’originale.

Per procedere alla reimmatricolazione del veicolo bisogna recarsi in un Ufficio della Motorizzazione Civile e presentare la richiesta compilando il modello TT 2119 ed allegando:
– la denuncia resa agli organi di polizia o un’autocertificazione della stessa, insieme alle eventuali targhe rimaste.
– l’attestazione del versamento di € 9,00 sul cc 9001* e di € 29,24 sul cc 4028*;
– l’attestazione di versamento di € 50,16 sul cc 25202003 intestato all’ACI – Automobile Club d’Italia – Economato Generale – Servizio di Tesoreria, via Marsala, 8 – ROMA 00185;
– l’attestazione di versamento, sul cc 121012 intestato al Ministero dei Trasporti, a seconda del veicolo interessato, di importo pari a:
• € 41,04 per la targa di un autoveicolo (€ 44,90 per le province di Aosta,Trento e Bolzano);
• € 40,67 per la targa di un autoveicolo con targa quadra (€ 44,54 per le province di Aosta,Trento e Bolzano);
• € 21,87 per la targa di un motoveicolo (€ 23,79 per le province di Aosta,Trento e Bolzano);
• € 18,98 per la targa di un rimorchio.

Verranno rilasciati contestualmente le nuove targhe, la nuova carta di circolazione e il nuovo certificato di proprietà.

*Per gli importi, bollettini e modalità di pagamento per i residenti in Sicilia e nelle province del Trentino Alto Adige e del Friuli Venezia Giulia, si rinvia alle indicazioni riportate nei siti web delle rispettive Amministrazioni provinciali.

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.